20 Agosto da Karigasniemi a Skonganvarre... Km 70 (4)

IL PROGETTO DI VITA

Il progetto nasce nel 2014, quando con il Cammino di Santiago De Compostela la consapevolezza che le bellezze della natura vanno assaporate solo se si vive a contatto con essa. È il senso di libertà che si prova attraverso la scoperta dei posti nuovi, il bisogno di incontrare persone nuove, di comunicare con loro, conoscere culture e rapportarsi con esse. Lungo il Cammino, dove spesso i propri pensieri erano gli unici pellegrini, compagni di viaggio, abbiamo maturato il bisogno di incontrare persone nuove, di comunicare e ascoltare le storie personali; è cresciuto il desiderio di scoperta dei luoghi e dei sapori che li distinguono… Confrontarsi con gli altri aiuta a conoscere se stessi.

È stato proprio durante quel Cammino che è stata maturata l’idea di raggiungere Capo Nord in bici. Appena l’anno dopo, infatti, a giugno 2015, siamo partiti: per 73 giorni abbiamo pedalato, in qualsiasi condizione metereologica, affrontando l’ignoto del presente e del dopo adeguandoci alle varie situazioni portando dietro l’indispensabile; e qui ci si rende conto di quanto necessita l’uomo per soddisfare i propri bisogni: poco, veramente poco per vivere la quotidianità, per vestirsi, per mangiare. Siamo sempre più legati al possesso delle cose e non riusciamo a liberarci del superfluo, che, invece, potrebbe dare dignità ad altri uomini.

La ricchezza più grande conquistata è stata ricevere ospitalità e solidarietà da persone conosciute al momento, la simpatia e la cordialità.

“Conoscere il mondo per vivere nel mondo”… questo il nome del progetto e da qui è nata l’idea del loro nome: 6×6… due cuori, due bici, sei anni, sei continenti. E così, mentre si pedalava verso Nord abbiamo progettato un nuovo viaggio… il 17 aprile 2016 partiremo per percorrere i 10.000 km che ci porterà a Los Angeles. Il tragitto vedrà tutta la via Francigena in Italia, passare per Lourdes e ripercorrere il Cammino di Santiago de Compostela raggiungendo Fatima e infine Lisbona. Da li si vola per New York per percorrere la Route 66.

Essendo questo l’anno della Misericordia, ci piacerebbe portare anche un messaggio cristiano di pace e di umanità consegnandolo simbolicamente alle diocesi che sulla strada incontreremo perché lo divulgano alle comunità.

Inoltre, lo scopo è quello di portare il MADE IN ITALY nel mondo con le sue tradizioni, la sua cultura e con essa creare un connubio: SPORT E CULTURA; lo sport non più inteso come semplice fonte di svago fisico o di distacco della routine quotidiana, ma come mezzo per “crescere” e per condividere passioni, emozioni e ricordi, per conoscere meglio la storia e le tradizioni, l’ambiente sociale e naturale che lo circonda.

CICLOVIAGGIANDO TRA STORIA E SAPORI

Noi Giuseppe e Giovanna , nominati Ambasciatori della Solidarietà e dello Sport, partiremo il 3 aprile per un viaggio unico e spettacolare. Dopo aver attraversato 20 Nazioni e due Continenti (Europa e America), abbiamo maturato la convinzione che i territori più belli, i panorami mozzafiato, i monumenti e la storia, ma soprattutto la cultura per l’arte e il buon cibo fanno dell’Italia la Nazione più affascinante. Dunque quest’anno, il viaggio di sarà nel cuore pulsante dell’Italia, quell’Italia che tutto il mondo ci invidia, l’Italia della Storia e dei Sapori, riscoprendo, grazie a chef stellati, l’Arte della “Buona Cucina”, le ricette tipiche dei propri territori con i prodotti del Sannio e dell’Irpinia e, con esperti d’arte e di Storia, mostrare il nostro bellissimo e inestimabile “patrimonio Artistico”. Lo scopo del viaggio è duplice: da un lato promuovere la mobilità alternativa e sostenibile, dall’altro portare in tutta Italia le nostre tradizioni e la nostra cultura, realizzando un documentario a puntate “on the road” proprio come abbiamo già fatto nella traversata nel 2015, dal Sannio a Capo Nord e dal Sannio a Los Angeles nel 2016, in qualsiasi condizione metereologica, affrontando l’ignoto del presente e del dopo adeguandosi alle varie situazioni portando dietro l’indispensabile. Un Viaggio a 360° tra sport e cultura, ma soprattutto promotori delle nostre eccellenze enogastronomiche.